Individuazione aree per sperimentazione progetti smart city

 Mozione per l’individuazione di aree per la sperimentazione di progetti smart city a Torino

In data 26 gennaio 2015 è stata approvata dal Consiglio Comunale di Torino la Mozione n.11 avente ad oggetto l‘individuazione di aree per la sperimentazione di progetti smart city.

L’obiettivo è quello di individuare un percorso di sviluppo sostenibile, rivolto in particolare all’efficienza energetica, alla sostenibilità ambientale e alla creazione di una comunità intelligente.

smartcity Atteso che il MasterPlan di Torino Smart City del 2013 ha definito le priorità della Città anche a livello metropolitano, sintetizzabili in 45 idee emerse dai gruppi di lavoro e suddivise in quattro ambiti verticali (la mobilità intelligente, la digitalizzazione della pubblica amministrazione, le soluzioni per l’ambiente e gli stili di vita e di consumo sani e sostenibili, i sistemi e gli strumenti per una reale efficienza energetica) ed una quinta dimensione, trasversale, denominata Integration che raccoglie idee per mettere in comunicazione i diversi ambiti tramite la condivisione dei dati e la creazione di strumenti tradizionali e social di partecipazione dei cittadini; la Commissione Speciale Progetto Smart City, a seguito delle audizioni dei principali attori ritiene importante evidenziare un’area pilota del territorio torinese, sulla quale orientare
i dimostratori che nei prossimi mesi saranno candidati sui bandi europei, nazionali e regionali; tale area dovrà avere le caratteristiche sotto riportate:

– mobilità: metropolitana, stazione bike sharing e piste ciclabili;
– vicinanza alle grandi arterie della città;
– tessuto sociale coeso;
– presenza di attività commerciali di prossimità;
– presenza di ospedali;
– rete diffusa di plessi scolastici di ogni ordine e grado;
– struttura edilizia con un mix pubblico/privato concon prevalenza di residenzialità privata necessitante di riqualificazione energetica;
– presenza di edifici di culto;
– presenza di musei e teatri;
– presenza di rete di teleriscaldamento e centrale di accumulo;
– quartiere pedonale con zona 30;
– esperienze positive sulla raccolta differenziata dei rifiuti.

link alla Mozione n.11/2015 del Consiglio Comunale di Torino