SALONE “FA’ LA COSA GIUSTA – SFIDE “

Dall’8 al 10 Marzo 2019 a Milano, si svolgerà la  Manifestazione “Fa’ La Cosa Giusta”, all’interno dell’Area Sfide, il cui acronimo significa: Scuola, Formazione, Inclusione, Didattica, Educazione.

Come descritto sul sito dell’evento, il salone dedicato alle SFIDE è il luogo in cui dialogare a 360 gradi su istruzione e formazione, con insegnanti, dirigenti, studenti, amministratori, genitori, formatori, università, aziende: un’operazione complessa e ambiziosa, che pensa il futuro ripartendo dalla scuola.

CSIG Ivrea – Torino sarà presente l’8 Marzo, insieme a ITER (con i partner ITER e SAPYENT), con la relazione della nostra socia Sonia Bertinat (Psicologa e Psicoterapeuta) – Bullismo e Cyberbullismo: Profili giuridici e psicologici (Oils Lab – Ore 17:00-18:30).

Il porgramma della giornata è visualizzabile qui

https://www.sfide-lascuoladitutti.it/programma-2019/8marzo/

Ulteriori informazioni della giornata nel documento allegato

Salone Milano 8 marzo 19

 

Un giorno a Smau

di Alsona Demaj

Dal 23 al 25 Ottobre a Milano si è svolta la 55ma edizione di Smau, evento dedicato all’innovazione e luogo di incontro fra aziende e startup nell’ottica dell’Open Innovation; un’occasione unica per osservare da vicino e toccare con mano lo sviluppo di settori come l’industria 4.0, il commercio ed il turismo, la sanità e le smart communities.

Lungo i corridoi della fiera si potevano percepire nell’aria una certa elettricità, tanta curiosità ed entusiasmo. Ciò che ci ha maggiormente colpito è stata la presenza di ragazzi e ragazze molto giovani che, con grande passione ed occhi illuminati, raccontavano ai partecipanti di Smau le proprie idee innovative.

All’evento (che attira nel capoluogo lombardo ogni anno più di 30mila visitatori fra imprenditori, manager di aziende e delle pubbliche amministrazioni e professionisti) c’eravamo anche noi con l’Associazione del Centro Studi Informatica Giuridica di Ivrea e Torino la quale, peraltro, partecipa a Smau Milano per la terza volta.

A Fieramilanocity, CSIG aveva un proprio spazio all’interno dell’area dedicata alle associazioni ed abbiamo quindi allestito uno stand per presentare al pubblico le nostre principali aree di interesse e le nostre attività, nonché gli ultimi volumi pubblicati dal Presidente di CSIG, Mauro Alovisio, sul Cyberbullismo, su videosorveglianza e normativa privacy nelle imprese e nella PA, ed alcuni quaderni di approfondimento sull’impatto del Gdpr, questi ultimi in corso di pubblicazione.

Nel corso della giornata al nostro stand si sono fermate moltissime persone: molte venivano da altre città, da altre regioni d’Italia e numerose erano quelle provenienti dall’estero; tutte hanno dimostrato il loro apprezzamento.

La maggior parte di coloro che si sono fermati al nostro stand era interessata alle tematiche legate ad internet e società, al cyberbullismo ed al General Data Protection Regulation (Gdpr).

Un episodio significativo: abbiamo incontrato il preside di un Istituto Professionale proveniente da un piccolo paesino della Sicilia e che aveva fatto dell’innovazione la regola della sua scuola. Grazie ai contatti che èriuscitoad intrecciare e coltivare, ha potuto mandare i suoi ragazzi a fare esperienza all’interno di imprese estere tecnologicamente avanzate, grazie a progetti condivisi di formazione pratica e teorica ed al contempo ha potuto ospitare studenti provenienti da altri paesi dell’UE, realizzando una forma di scambio formativo e lavorativo.

In molti hanno mostrato notevole interesse per tutto ciò che riguardava le novità introdotte dal nuovo Gdpr come nel caso di un amministratore pubblico di una cittadina emiliana, giunto a Smau quasi esclusivamente per capirne di più su tale argomento: si è soffermato a lungo sugli obblighi delle amministrazioni comunali riguardo l’adeguamento in materia di protezione dei dati personali. Ritenutosi evidentemente soddisfatto delle nostre risposte, si è poi informato anche sulla nostra associazione, non prima di essersi iscritto alla newsletter ed aver fotografato i volumi pubblicati dal CSIG.

Durante la giornata il collega Luca Pallacci ed io ci siamo dati il cambio diverse volte per visitare a nostra volta gli stand presenti alla fiera. Personalmente sono rimasta colpita da quasi tutto ciò che mi circondava. Ho provato il visore di realtà aumentata che la Olivetti utilizza per formare i suoi operai sul montaggio delle stampanti e l’ho trovato incredibile, perché grazie unicamente ad un breve corso di qualche minuto ho potuto apprendere come montare una stampante e sarei già stata in grado di mettere in pratica le informazioni ricevute.

Abbiamo potuto poi osservare dei robottini umanoidi programmati per gestire gli ingressi, le code, l’acquisto o la scansione dei biglietti nei musei; abbiamo conosciuto due ragazzi di poco più di 20 anni che avevano creato un servizio cloud per le imprese a prova di Gdpr, dotato delle stessesofisticate tecniche di sicurezza utilizzate in campo militare per le comunicazioni; abbiamo avuto occasione di conoscere una piccola startup francese che aveva sviluppato un gioco fantascientifico ambientato nel futuro, che coniugava immagini video in realtà aumentata di elevatissima qualità e blockchain. Poiché non eravamo riusciti a comprendere a pieno il legame fra blockchain e gaming, abbiamo domandato quale fosse l’obiettivo dell’uso di tale tecnologia in questo contesto: ci è stato spiegato quindi come fosse necessario garantire ai giocatori di non perdere mai gli avanzamenti acquisiti nel gioco. Poiché i giocatori investono molti soldi e tempo nei giochi che più li appassionano, è giusto che siano tutelati da malfunzionamenti che potrebbero determinare la perdita di qualsiasi avanzamento acquisito.

La giornata a Smau è stata infine caratterizzata dalla presenza di vari workshop e seminari, molto apprezzati, sui temi come Internet of Things e cybercrime o, ancora, sui vari aspetti della cybersecurity e data protection tenuti da altri membri dell’Associazione Centro Studi Informatica Giuridica di Ivrea e Torino come Riccardo Abeti, Stefano Gorla, Pier Guido Iezzi.

L’esperienza di Smau è stata per noi una grande occasione di confronto e formazione su tematiche sempre più in espansione ed ha saputo coniugare una dimensione ludica e coinvolgente alla necessità di aggiornarsi e di “tenere il passo” con le novità in ambito tecnologico. È stata un’esperienza nel complesso davvero molto divertente e piacevole e mi auspico di poterla ripetere ancora in futuro.

Convegno: “Cyberbullismo: i ragazzi al centro. Strumenti di prevenzione”

Sabato 22 Settembre 2018, IUSTO e CSIG Ivrea Torino organizzano un convegno dal titolo: “Cyberbullismo: i ragazzi al centro. Strumenti di prevenzione”.

Programma:

9.00 Registrazioni

9.15 Benvenuto

9.20 “Prevenzione e percezione positiva di sé, aspetti educativi”, prof. Ezio Risatti, preside di IUSTO

9.45 “Impatto e profili applicativi della legge sul cyberbullismo: profili giuridici”, Avv. Mauro Alovisio

10.05 ” Minori e privacy”, prof. Marco Orofino

10.25 “I soggetti: il cyberbullo, gregari e vittima: profili psicologici”, dott.ssa Sonia Bertinat

10.45-11.15 Pausa

11.15 “Identità digitale e strumenti informatici”, dott.ssa Gabriella Molinelli

11.35 “Cyberbullismo: profili di responsabilità civile”, Avv. Sara Mosio

11.55 – 13.30 “Strumenti di prevenzione e contrasto” e Tavola rotonda conclusiva con la Senatrice Elena Ferrara

13.00-13.15 Conclusioni e saluti

Ingresso gratuito, previa conferma partecipazione on line.
Sarà possibile compilare la domanda entro il 20 settembre e non oltre, a questo link http://www.ius.to/iscrizioni/index.php/component/eventbooking/eventi/convegno-cospes-corso-di-formazione-politica-2?Itemid=138
Per maggiori info:  011 2340083 – info@ius.to

Incontro informativo/formativo “Cyberbullismo e social media: profili giuridici, psicologici e informatici”

 


Un nuovo appuntamento per CSIG Ivrea – Torino questa mattina, 21 Aprile 2018 dalle 10:00 alle 12:00 all’Istituto Majorana di Moncalieri (TO), per l’incontro informativo/formativo rivolto agli studenti del biennio e alle loro famiglie, esteso ai ragazzi delle future classi prime e alle loro famiglie.Cyberbullismo e social media: profili giuridici, psicologici e informatici”

Intervento dell’AvvMauro Alovisio, fellow Nexa e presidente associazione Centro Studi di Informatica Giuridica di Ivrea Torino, sui temi:

  • identità, privacy e oblio: le nuove sfide
  • le novità della legge sul cyberbullismo: i ragazzi al centro
  • i nuovi strumenti di tutela
  • le reti di contrasto, buone prassi e responsabilità

Intervento della Dott.ssa Sonia Bertinat, psicologa e psicoterapeuta, Centro Studi di Informatica giuridica di Ivrea Torino, sul tema:

  • le parole che lasciano lividi: Hate Speech e Cyberbullismo

Intervento dell’esperta Gabriella Molinelli, socio e amministratore di Networking & Security Consulting s.r.l., sui temi:

  • corretto utilizzo di Internet
  • sicurezza di Internet

Seguiranno: proiezione di video e discussione.

Ciclo di incontri su Bullismo e cyberbullismoper lo psicologo scolastico all’Ordine Psicologi Piemonte

Nella sua veste di equipe multidisciplinare  CSIG Ivrea-Torino ha partecipato, con tre dei suoi membri, al ciclo di incontri organizzati dall’Ordine Psicologi Piemonte dal titolo: “Bullismo e cyberbullismo: cornici multidisciplinari per lo psicologo scolastico”. , CSIG Ivrea-Torino

I seminari si rivolgono agli psicologi che operano nell’ambito della Psicologia Scolastica, per portarli a conoscere le cornici legislative e deontologiche, le linee del MIUR e le buone prassi progettuali del bullismo e il cyberbullismo nel contesto scolastico.

PRIMO INCONTRO 1 Marzo 2018

“Aspetti psicologici, epidemiologici e ministeriali”  

Moderatrice Dott.ssa Silvia Spinelli  (Psicologa, psicoterapeuta e formatrice, membro del forum tematico psicologia scolastica ordine psicologi Piemonte)

Relatori:
Dott.ssa Sonia Bertinat (Psicologa psicoterapeuta, socia e referente area psicologica presso CSIG – Centro Studi Informatica Giuridica Ivrea Torino per i progetti sul cyberbullismo).

Dott. Michele Ferraud (Psicologo psicoterapeuta, socio fondatore del Centro Studi Psicologia e Nuove Tecnologie ONLUS di Torino)

Dott.ssa Paola Sacchettino (Psicologa, ex insegnante referente per il bullismo e cyberbullismo, socia CSIG – Centro Studi Informatica Giuridica Ivrea Torino per i progetti sul cyberbullismo)

Dott.ssa Serena Vadrucci (Psicologa psicoterapeuta, coordinatrice progetto Unplugged Asl Città di Torino)

SECONDO INCONTRO 12 Aprile 2018

“Aspetti legali, deontologici e ruolo della Procura per i Minorenni”  

Moderatrice: Dott.ssa Sonia Bertinat (Psicologa psicoterapeuta, socia e referente area psicologica presso CSIG – Centro Studi Informatica Giuridica Ivrea Torino per i progetti sul cyberbullismo).

Relatori:

Dott.ssa  Anna Maria Baldelli (Procuratore della Repubblica per i Minorenni del Piemonte e della Valle d’Aosta)

Dott.ssa  Laura Salvai (Psicologa psicoterapeuta, coordinatrice commissione deontologica Ordine Psicologi Piemonte)

Avv.  Sara Moiso (Avv. membro avvocatura per i diritti LGBTI – Rete Lenford, Socia CSIG Centro Studi Informatica Giuridica Ivrea Torino)

TERZO INCONTRO 10 Maggio 2018

Bullismo e cyberbullismo: cornici multidisciplinari per lo psicologo scolastico” 

Moderatore: Dott. Michele Ferraud (Psicologo psicoterapeuta, socio fondatore del Centro Studi Psicologia e Nuove Tecnologie ONLUS di Torino)

Relatori:

Dott. Luca Cometto (Psicologo, psicoterapeuta, consigliere Ordine Psicologi Piemonte)

Dott.ssa Daniela Bulgarelli (Psicologa dello sviluppo, Coordinatrice del Forum Tematico Scuola Ordine Psicologi Piemonte)

Dott.ssa Silvia Spinelli (Psicologa, psicoterapeuta e formatrice, Coordinatrice del Forum Tematico Scuola Ordine Psicologi Piemonte)

Dott. Giovanni Ghibaudi – mediatore e coordinatore del Centro Mediazione di Torino.

Gli incontri si svolgono dalle 14:00 alle 18:00 al Circolo della Stampa – Palazzo Ceriana Mayneri, Corso Stati Uniti, 27 a Torino

Ciclo di conferenze: “Giovani disconnessi in rete: dal cyberbullismo alla ricerca di una integrazione identitaria da tutelare.”

CSIG Ivrea-Torino torna in campo con un ciclo di conferenze dal titolo “Giovani disconnessi in rete: dal cyberbullismo alla ricerca di una integrazione identitaria da tutelare.”

Gli incontri, a ingresso libero, si svolgeranno nella Sala Conferenze della Biblioteca Civica Centrale, in Via della Cittadella n. 5 a Torino a partire dalle ore 18,00.

Giovedì 5 aprile: “La nuova legge sul cyberbullismo: i ragazzi al centro, responsabilità e tutele”.
Autori:  prof. Mauro Alovisio, avvocato, presidente associazione Centro Studi di informatica Giuridica e fellow del Centro Nexa  e dott.ssa Maria Luisa Monticelli, psicologa e psicoterapeuta, socia Csig.
Moderatrice: Elisabetta Priotti,  giornalista, socia Csig.
Giovedì 12 aprile: “Aggressività e violenza dinamiche. Fenomeni e dinamiche di un’epoca spaventata”.
Autori e curatori: Guido Lazzarini, Luigi Bollani, Francesca Silvia Rota.
Venerdì 4 maggio: “Adozione e accesso alle proprie origini: evoluzione della normativa italiana e contributi originali di alcuni figli adottivi adulti”.
Autrice: dr.ssa Giulia Zuppichini, psicoterapeuta.
Moderatore: dott. Michele Giulio Avigliano, psicoterapeuta.
Di seguito la locandina dell’evento.

La nuova legge sul cyberbullismo: i ragazzi al centro, responsabilità e tutele

Il Cyberbullismo

Per il ciclo di incontri “i Mercoledì di Nexa” (ogni 2° mercoledì del mese) 105° Mercoledì di Nexa: “La nuova legge sul cyberbullismo: i ragazzi al centro, responsabilità e tutele”, mercoledì 14 febbraio 2018 ore 18 al Centro Nexa su Internet e Società Politecnico di Torino (Via Boggio 65/a, Torino – 1° piano).

Introduce e coordina: Avv. Mauro Alovisio (Avvocato e Fellow del Centro Nexa).

L’incontro verterà sulla prima legge in Europa in materia di cyberbullismo; approfondirà e illustrerà la genesi del provvedimento, i nuovi strumenti di tutela e di responsabilizzazione dei ragazzi, la nuova strategia in materia di prevenzione e contrasto del fenomeno. Verranno descritti gli aspetti controversi del provvedimento, i problemi applicativi, il nuovo ruolo del Garante privacy e le responsabilità dei singoli attori (ragazzi, genitori e scuola).

Durante l’incontro sarà presentato il volume Il cyberbullismo alla luce della legge 29 maggio 2017, n. 71 a cura di: Mauro Alovisio, Giovanni Battista Gallus, Francesco Paolo Micozzi, edizione Dike, 2017.

Il 105° Mercoledì di Nexa sarà un’occasione per discutere dei pregi e delle ombre della legge, gli impatti e le novità previste con Riccardo Abeti (Avvocato), la senatrice Elena Ferrara (prima firmataria del disegno di legge), Giovanni B. Gallus (Avvocato e Fellow del Centro Nexa), Dott. Roberto Lattanzi (dirigente del Garante per la protezione dei dati personali) in collegamento da Roma e Maria Luisa Monticelli (Psicologa Psicoterapeuta).

Come raggiungerci: scarica la mappa in PDF (464 KB) o vai alla nostra pagina dei contatti.
Biografia:

Mauro Alovisio è Fellow del Centro Nexa e laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Torino. Si è specializzato in diritto per la protezione dei dati personali e diritto delle nuove tecnologie. Attualmente lavora presso lo staff Legale dell’Avvocatura dell’Università degli Studi di Torino. Nel corso della sua attività professionale si è occupato di temi quali privacy e riorganizzazione della pubblica amministrazione attraverso l’uso delle nuove tecnologie. Mauro è Presidente del Centro Studi di Informatica Giuridica.

Letture consigliate e link utili:

  • M. Alovisio, G. M. Gallus, F. Micozzi, Cyberbullismo alla luce della legge 29 maggio 2017, n. 71, con prefazione della prima firmataria della legge Prof.ssa Elena Ferrara, edizione Dike, settembre 2017.
  • M. Alovisio, Stalking, atti persecutori, cyberbullismo e tutela dell’oblio, Prove – Tecniche investigative – Reati e processo – Danni – Strategie e modulistica extraprocessuale. Aggiornato con la Legge 29 maggio 2017, n.71 Ipsoa, luglio 2017.
  • B. Bruschi, A. Iannacone, R. Quaglia, Crescere Digitali,Aracne, 2011.
  • A. L. Pennetta,La responsabilità giuridica per atti di bullismo, Giappichelli, 2014.
  • C. Sposini, Il metodo anti-cyberbullismo. Per un uso consapevole di internet e dei social network, Edizioni San Paolo, 2014.
  • M. Alovisio, Il modello del Garante privacy per i casi di cyberbullismo, in “Diritto e Giustizia”, Giuffrè, 2017.
  • M. Alovisio, Le Linee guida su bullismo e cyberbullismo, in “Quotidiano giuridico”, Ipsoa, 2015.
  • M. A. Senor, Un primo commento alla legge sul cyberbullismo, in “MediaLaws”, 30 settembre 2017.

Che cosa sono il Centro Nexa e i cicli di incontri “Mercoledì di Nexa” e “Nexa Lunch Seminar”:

Il Centro Nexa su Internet & Società del Politecnico di Torino (Dipartimento di Automatica e Informatica) è un centro di ricerca indipendente e interdisciplinare che studia Internet e il suo effetto sulla società. Maggiori informazioni all’indirizzo: http://nexa.polito.it/about.

Durante i “Mercoledì di Nexa”, che si tengono ogni 2° mercoledì del mese alle ore 18 in punto, il Centro Nexa su Internet e Società apre le sue porte non solo agli esperti e a tutti coloro i quali lavorano con Internet, ma anche a semplici appassionati e cittadini. Il ciclo di incontri intende approfondire, con un linguaggio preciso ma divulgativo, i temi legati alla Rete: motori di ricerca, Creative Commons, social networks, open source/software libero, neutralità della rete, libertà di espressione, privacy, file sharing, big e open data, smart cities e molto altro.

Al centro di quasi tutti gli incontri un ospite pronto a dialogare con i direttori del Centro Nexa, il Prof. Juan Carlos De Martin del Politecnico di Torino e il Prof. Marco Ricolfi dell’Università di Torino, nonché lo staff e i Fellows del Centro Nexa.

Maggiori informazioni sui Mercoledì di Nexa, incluso un elenco di tutti i “Mercoledì” passati, sono disponibili all’indirizzo: http://nexa.polito.it/mercoledi.

Si segnala inoltre che dal maggio 2012 ogni 4° mercoledì del mese dalle ore 13 alle ore 14 il Centro Nexa organizza anche i “Nexa Lunch Seminar“. Una lista di tutti i “Lunch Seminar” passati è disponibile all’indirizzo: http://nexa.polito.it/lunch-seminars.

Per restare aggiornati sulle attività del Centro Nexa su Internet & Società, seguiteci su:

– Twitter: @nexacenter
– Facebook: http://facebook.com/nexa.center
– Mailing list degli annunci Nexa: https://server-nexa.polito.it/cgi-bin/mailman/listinfo/nexa-announce

SAFER INTERNET DAY Liceo Alfieri Torino

Il 6 Febbraio 2018 CSIG Ivrea – Torino sarà presente al Liceo Alfieri di Corso Dante, 80 a Torino per l’evento “SAFER INTERNET DAY” 

PROGRAMMA

 Ore 10.00 Saluti istituzionali 

ore 10.30 Studenti dell’ITIS Avogadro Rischi connessi all’uso delle nuove tecnologie  dell’ITIS Avogadro” 

ore 11.30 dott. Gallo (Polizia Postale) “Aspetti giuridico-personali di determinati  comportamenti in rete” 

ore 12.00 dott. Valter Bouquie (Commissario del Nucleo di Prossimità del Corpo di Polizia Municipale di Torino) “Conflittualità giovanile e aggressività digitale” 

ore 12.30 dott.ssa Sonia Bertinat (Psicologa Centro Studi Informatica Giuridica Ivrea-Torino) “Le parole fanno più male degli schiaffi”

Il rapper Alp King e Franco Carapelle (compagnia teatrale T.S. Teatro e Società) veicoleranno messaggi inerenti al tema della giornata utilizzando il linguaggio della musica e brani teatrali. 

Modererà gli interventi la dott.ssa Sara Coccolo (Ufficio Scolastico Territoriale di Torino)

RIFERIMENTI

Marta Martone,  Carla Raimondo, Elda Scutari

Tel.:0114404305

Email: ufficioinclusione.to@istruzione.it 

 

Convegno #cuoriconnessi: Torino Teatro Carignano

Il convegno #cuoriconnessi organizzato dalla Polizia Postale con la sponsorizzazione di Unieuro ha avuto luogo al Teatro Carignano il 23 Novembre 2017.

Il pubblico cui era rivolto era per la maggior parte composto di ragazzi e ragazze delle scuole primarie e secondarie di primo grado, in età compresa tra i sei e i tredici anni: molto importante che fosse rivolto ad un pubblico così giovane, proprio per sottolineare l’importanza della prevenzione al fenomeno del cyberbullismo ogni giorno più dilagante nel nostro paese.

Hanno partecipato al convegno i rappresentati della Polizia Postale e dell’autorità militare, organizzazioni religiose, la Sindaca Chiara Appendino, il presidente del Consiglio Regionale Mauro Laus, il Procuratore della Repubblica del Tribunale per i minorenni Anna Maria Baldelli,  il sostituto Procuratore della Repubblica Valentina Sellaroli, la Psicologa Dottoressa Ferrero e Luca Pagliari, regista romano che ha collaborato alla promozione di questi convegni che girano in tutta Italia realizzando di due cortometraggi incentrati sul tema: il primo tratta il tema del cyberbullismo, analizzando nel dettaglio la situazione della vittima ed allargando lo sguardo oltre che al rapporto vittima-artefice, agli “altri” protagonisti. In questa proiezione i cosiddetti “altri” avevano tutti il viso coperto da una maschera bianca per sottolineare il grande impatto della “non azione” dello spettatore rispetto a chi è il soggetto che guarda. Nel corto la protagonista è una vera vittima: Flavia, una ragazza di Dragatello, quartiere periferico romano, con un problema di obesità che ha deciso di farsi riprendere per raccontare la sua storia senza filtri o controfigure a rappresentarla.

La seconda storia invece racconta di una ragazza, Sofia (nome inventato), vittima di sexting, che non si è voluta far riprendere. Il sexting è un fenomeno che conta un numero di vittime non indifferente e copre un range di età molto ampio. Il corto è incentrato sull’importanza di non condividere foto e video compromettenti, perché tutto quello che viene condiviso diviene di proprietà dell’altro soggetto, che può disporne come vuole. I social network su questo non perdonano. Facebook, ad esempio, fa si che un soggetto possa cancellare effettivamente ciò che ha postato (foto o post che sia), ma dal momento in cui qualcun altro ricondivide tali contenuti, questi rimarranno sul social network a prescindere dalla volontà cdi chi inizialmente li ha postati.

L’accento del regista, in entrambi i cortometraggi, è proprio sul concetto di “altr”, di che cosa fanno gli spettatori al momento in cui si trovano di fronte ad una situazione di cyberbullismo o bullismo. Il messaggio principale è quello di non diventare omertosi comprendendo che è un comportamento che va arginato il più possibile. La società deve collaborare anche nelle piccole realtà. I ragazzi devono comprendere che anche il bullo è una persona che soffre, contestualizzandone anche la provenienza.

Dopo la proiezione dei due corti c’è stato un momento di condivisione in presenza della psicologa Ferrero e dei procuratori Sellaroli e Baldelli in cui i ragazzi hanno potuto fare delle domande.

Di seguiti il link al Trailer di #cuoriconnessi

#cuoriconnessi

 

Materiali del Convegno: “Bullismi e Cyberbullismo: quale ruolo per gli Enti Locali e il territorio?”

Il 14 Dicembre 2017 dalle 9,30 alle 13,30, CSIG Ivrea-Torino ha partecipato all’evento “Bullismi e Cyberbullismo: quale ruolo per gli Enti Locali e il territorio?”, organizzato dal MIUR USR Piemonte in collaborazione con Città metropolitana.

Sonia Bertinat, Psicologa e Psicoterapeuta, nostra associata ha effettuato l’intervento “Le relazioni digitali: social media e cyberbullismo” di cui alleghiamo di seguito le slide.

Sonia Bertinat – Le relazioni digitali